Le Pietre del Drago | SP256 Muccese al Km 29700 62024 Matelica MC | +39 0732 958139 | +39 335 6227046 info@lepietredeldrago.it

Parco dinosauri

 

Potrete esplorare un’ampia area verde dove sono esposte riproduzioni di dinosauri a grandezza naturale corredati di cartelli illustrativi. Scopri tutti i dinosauri che popolano il nostro parco!
A disposizione dei visitatori ci sono un ampio parcheggio gratuito, una zona giochi, un bar ristoro ed un’area pic-nic in grado di accogliere comodamente gli ospiti, anche in caso di pioggia.

 

Era un feroce predatore molto agile e veloce, estremamente efficiente grazie alla strategia della caccia in gruppi. Caratteristica saliente erano gli enormi e letali artigli con i quali feriva le prede provocandone la morte per dissanguamento. E’ considerato parente più prossimo dei primi uccelli.

Velociraptor

Ladro veloce

Genere:
Velociraptor
Classificazione:
Teropodi. Celurosauri. Dromeosauridi.
Lunghezza:
1,80 metri
Peso:
15 chilogrammi
Dieta:
Carnivoro
Epoca:
Cretaceo finale 70 milioni di anni fa
Area di diffusione:
Mongolia e Cina

Era un predatore aviforme e bipede, con corto cranio a cupola sormontato da una cresta e con becco privo di denti.
E’ stato scoperto nel 1920 in Mongolia da una spedizione del museo di storia naturale di New Jork. Si rinvennero numerosi nidi con uova fossilizzate di dinosauro. Sopra uno di questi nidi fu trovato il suo scheletro. Si pensò che si cibasse di quelle uova e da qui è derivato il suo nome di ladro di uova.
Nel 1993 una spedizione russo-mongola trovò un uovo fossile considerato di Protoceratops. Aperto l’uovo fu trovato al suo interno lo scheletro di un Oviraptor. Era la prova che le uova del nido trovato nel 1920 erano di Oviraptor e che quindi questo non stava rubando le uova ma che le stava covando.

Oviraptor

Ladro di uova

Genere:
Oviraptor Philoceratops
Classificazione:
Teropodi. Celurosauri. Oviraptosauri.
Lunghezza:
1,50 metri
Peso:
30 chilogrammi
Dieta:
Molluschi e uova
Epoca:
Cretaceo 80-70 milioni di anni fa
Area di diffusione:
Deserto del Gobi. Mongolia e Cina.

E’ il più grande di tutti gli splendidi dinosauri cornuti della fine del cretaceo. Il primo ritrovamento risale al 1880 negli altipiani ad est delle montagne rocciose. Non è stato ancora ritrovato uno scheletro completo. Il rinvenimento di numerosi crani, corna e denti testimonia che fosse uno dei dinosauri più diffusi del tardo cretaceo.
Era dotato di un ampio collare osseo largo fino a 2 metri. Il cranio aveva tre corni prominenti.
Vagava in branchi alla ricerca di foglie e ramoscelli che triturava con dozzine di denti affilati. Il collare fungeva da termoregolatore.
E’ l’ultimo della lunga serie dei marginocefaliani che si estingue a fine cretaceo, sicuramente a causa dell’asteroide caduto nel golfo del Messico.

Triceratopo

Muso a tre corni

Genere:
Triceratops
Classificazione:
Marginocefali. Ceratopsi. Ceratopsidae.
Lunghezza:
fino a 9 metri
Peso:
fino a 6 tonnellate
Dieta:
Erbivoro
Epoca:
Cretaceo 68-65 milioni di anni fa
Area di diffusione:
Stati Uniti e Canada

Rinvenuto nel 1994 è l’unico esemplare conosciuto, simile agli ardosauri del Nord America, anche se di dimensione più piccola. Era bipede. E’ una nuova specie di questi adrosauri a becco d’anatra. E’ di conservazione eccezionale.
E’ il terzo dinosauro scoperto in Italia. Il primo è il famoso “Ciro” (Scipionyx Sanniticus) scoperto a Pietraroia – Benevento, il secondo trovato a Varese è un predatore di 8 metri di lunghezza.

Tethyshadros Insularis

Dinosauro adrosauroide noto come Antonio

Genere:
Tethyshadros Insularis
Classificazione:
Ornitischi. Adrosauroide.
Lunghezza:
4 metri
Peso:
500 chilogrammi
Dieta:
Erbivoro
Epoca:
Cretaceo 78 milioni di anni fa
Area di diffusione:
Italia – Trieste.

Era un bipede carnivoro simile al Tirannosauro ma di dimensione meno grande. Aveva bocca e denti curvi e seghettati e distanziati tra loro per alloggiare i potenti muscoli mandibolari. Aveva un grande cranio capace di afferrare e trattenere la preda. Era provvisto di artigli ricurvi ad uncino. Cacciava sia in branco che isolatamente.

Albertosaurus

Lucertola dell’Alberta

Genere:
Albertosaurus
Classificazione:
Teropodi. Celurosauri. Tirannosaurudi.
Lunghezza:
fino a 10 metri
Peso:
fino a 5 tonnellate
Dieta:
Carnivoro
Epoca:
Cretaceo 68-65 milioni di anni fa
Area di diffusione:
Nord America

Erano di bassa statura. Avevano un collo corto ed una testa larga con grossi corni triangolari. Il corpo era protetto da una spessa corazza ossea, da aculei appuntiti e da una coda che terminava con una grossa mazza ossea. Tutte armi di difesa necessarie per difendersi da terribili predatori teropodi come il Tirannosauro.
Presero il posto degli Stegosauri divenendo il gruppo più diffuso e numeroso dei quadrupedi.
Inizialmente comparvero in Asia arrivando poi in America settentrionale.

Anchilosauro

Lucertola fusa

Genere:
Anchilosaurus
Classificazione:
Tireofori. Anchilosauri. Anchilosauridi.
Lunghezza:
da 5 a 8 metri
Peso:
da 3 a 4 tonnellate
Dieta:
Erbivoro
Epoca:
Cretaceo 70 milioni di anni fa
Area di diffusione:
Nord America e Asia

Era un rettile. Alcuni lo ritengono come un antenato dei dinosauri, ma oggi si può affermare che non è un dinosauro.
Aveva una spettacolare vela dorsale, vivacemente colorata, formata da escrescenze delle vertebre; serviva a regolare il calore del corpo.
Di corporatura massiccia, aveva grossa testa con poderose mascelle. I denti anteriori erano lunghi ed affilati, mentre quelli laterali erano corti ed acuminati.
Feroce carnivoro si cibava di piccoli vertebrati.

Dimetrodonte

Denti di due misure

Genere:
Dimetrodon
Classificazione:
Sinapsidi. Pelicosauri. Sfenacodonti.
Lunghezza:
3 metri
Peso:
250 chilogrammi
Dieta:
Carnivoro
Epoca:
Permiano 280 milioni di anni fa
Area di diffusione:
Nord America

Aveva enormi placche ossee, disposte su due file parallele sfalsate, lungo il collo, il dorso e la coda. La coda terminava con due coppie di lunghi aculei che sporgevano lateralmente.
Le placche, oltre ad avere una funzione difensiva, sembra servissero anche a regolare la temperatura corporea.
Altra caratteristica saliente è la dimensione degli arti anteriori notevolmente più corti di quelli posteriori. Sembra che potessero sollevarsi sugli arti posteriori per cibarsi della vegetazione disposta anche a 4 metri dal suolo.
Nella testa alloggiava un cervello piccolo come quello di un cane. La bocca era provvista anteriormente di piccoli denti.

Stegosauro

Rettile con le tegole

Genere:
Stegosaurus
Classificazione:
Tireofori ornitischi. Stegosauri. Stegosauridi.
Lunghezza:
10 metri
Peso:
2 tonnellate
Dieta:
Erbivoro
Epoca:
Giurassico 155-140 milioni di anni fa
Area di diffusione:
Stati Uniti

La maggior parte dei sauropodi c’è giunta solo in uno o due esemplari e con scheletri incompleti. I crani sono particolarmente rari e spesso non rinvenuti.
Il Camarosauro fa eccezione perché sono stati rinvenuti numerosi esemplari completi e con crani di ottima conservazione.
E’ il dinosauro più numeroso ritrovato in Nord America. Nonostante potesse arrivare fino a 18 metri di lunghezza, era il sauropode più piccolo.
Si crede che fosse, sia per la mole che per l’abbondanza degli esemplari, la specie più cacciata dai predatori come gli allosauri.
Vagava, in branchi numerosi, nelle foreste di conifere. I suoi denti gli permettevano di divorare anche la vegetazione più coriacea e fibrosa delle cicadeoidi.
Le cavità del cranio dove alloggiavano occhi e narici testimoniano che avesse vista e olfatto molto sviluppati.

Camarasauro

Lucertola munita di cavità

Genere:
Camarasaurus
Classificazione:
Sauropodi. Titanosauromorfi.
Lunghezza:
fino a 18 metri
Peso:
fino a 20 tonnellate
Dieta:
Erbivoro
Epoca:
Giurassico 155-150 milioni di anni fa
Area di diffusione:
Stati Uniti e Zimbawe

Aveva un’enorme e lunga testa, denti conici affilati come rasoi, lunghi fino a 20 centimetri; collo con potenti muscoli che servivano a strappare, alla preda, grossi pezzi di carne.
Recenti studi hanno evidenziato che il suo morso era tre volte più potente di quello degli attuali leoni. Cacciava da solo ma anche in gruppo a branchi di dinosauri dal becco d’anatra e ceratopsidi aveva olfatto, vista ed udito molto sviluppati.

Tirannosaurus Rex

Lucertola tiranna

Genere:
Tirannosaurus
Classificazione:
Teropodi. Celurosauri. Tirannosaurudi.
Lunghezza:
da 10 a 14 metri
Peso:
da 5 a 7 tonnellate
Dieta:
Carnivoro
Epoca:
Cretaceo finale 68-65 milioni di anni fa
Area di diffusione:
Stati Uniti e Canada

Aveva la testa piccola e stretta, collo lungo e muscoloso, corpo massiccio ed una coda lunghissima a frusta composta da 22 vertebre. Camminava tenendo la coda sollevata da terra. Vagava in branchi lungo le boscose rive dei fiumi. Brucava germogli e foglie sulle cime degli alberi. Era costretto, a causa delle piccole mascelle, a mangiare in continuazione. Si difendeva, se attaccato da predatori teropodi, utilizzando l’enorme coda a frusta ed anche sollevandosi sulle zampe posteriori per poi gettarsi sull’assalitore.

Apatosauro

Lucertola infida

Genere:
Apatosaurus
Classificazione:
Sauropodi Diplodocoidae. Diplodocini.
Lunghezza:
variabile – fino a 21 metri
Peso:
fino a 25 tonnellate
Dieta:
Erbivoro
Epoca:
Giurassico 156-140 milioni di anni fa
Area di diffusione:
Stati Uniti e Messico